giuseppe conoci

Rito di liberazione e guarigione ispirato all’antica tradizione del tarantismo

a cura di ANIMA MUNDI EDIZIONI 
SEMINARIO  19 AGOSTO 2022 - LECCE
dalle ore 17.00 alle ore 21.00
Biblioteca Bernardini

“abbiamo cacciato gli dei dalla nostra vita ma essi sono ritornati a noi sotto forma di malattia”. James Hillman

La nostra società ha smarrito (e forse anche bandito) l’accesso deliberato e intenzionale agli stati non ordinari della coscienza. Questa perdita genera un profondo indebolimento nella sostanza dell’anima di cui siamo fatti. Abbiamo bisogno di coltivare un accesso ciclico, regolare, rituale, sociale, agli stati non ordinari della coscienza e di conferire ad essi significato e valore. Se questo accesso è impedito il nostro spirito soffre e manifesta una serie di sintomatologie e malesseri più o meno senza nome che talvolta non riusciamo neppure a comprendere e a spiegare. Sperimentiamo un ingolfamento delle emozioni, una stanchezza cronica, un offuscamento mentale o una distrazione compulsiva che sono i segnali di una disconnessione dalla nostra forza vitale.
Sin dalla notte dei tempi sono esistiti numerosi modi per accedere agli stati non ordinari della coscienza e vi sono numerose motivazioni per farlo. Le motivazioni possono essere di natura conoscitiva, al fine di accrescere la comprensione di se stessi e del mondo in cui viviamo, o di cercare una direzione in un momento di dubbio e incertezza, di natura creativa, per cercare l’ispirazione e poter creare, oppure di natura curativa, per apportare sollievo a una pena, a un sintomo che genera disagio nella mente e/o nel corpo. Spesso le tre realtà, conoscitiva, creativa e curativa sono intrecciate una nell’altra. Uno tra i tanti modi per generare o indurre uno stato non ordinario della coscienza è da sempre stato attraverso la musica. Nel sud Italia e in particolare nella regione del Salento è esistita per secoli, sino agli anni settanta circa, sino all’arrivo della modernità e con essa della moderna psichiatria e psicofarmacologia, una profonda e accurata tradizione musico terapeutica, utilizzata per la cura del tarantismo. Negli ultimi decenni si è parlato in lungo e in largo di questa tradizione, si sono scritti numerosi libri, organizzati convegni e festival, restando tuttavia troppo spesso circoscritti a un campo di indagine puramente cognitivo e intellettuale o in altre circostanze all’esperienza di questa tradizione musicale solo ed esclusivamente a finalità ricreative o di intrattenimento. In questa maniera però viene perduta la sua finalità più profonda, quella che è legata alla cura dell’anima. Non viene colta la grande potenzialità e sapienza curativa insita in questa forma di musico terapia. Una potenzialità che sta proprio nella sua esperienza catartica, corporea e non razionale, attraverso la quale è possibile mobilitare e fecondare le aree più intime e profonde della coscienza.
A tale proposito mi sono sentito chiamato ad attingere a questa tradizione, ad attingere allo spirito curativo di cui essa è veicolo utilizzandola dapprima nel contesto ristretto di un gruppo di persone radunate con l’intento di indagare la propria interiorità e di cercare una via energetica, fisica, emozionale per approdare a una cura di sé. Dopo questa esperienza, che mi ha impressionato per la sua potenza ed efficacia nel generare in breve tempo processi trans-individuali di liberazione e di cura mi sono deciso a ripeterla rivolgendola anche ad altre persone e creando un gruppo allargato, non superiore tuttavia a 20 partecipanti, venerdì 19 Agosto, dalle 17 alle 21, in occasione del Cosmic Fest che si terrà a Lecce dal 15 al 21 agosto.
Condurrò questa esperienza accompagnato dai musicisti Anna Cinzia Villani e Giuseppe delle Donne, da anni impegnati nello studio della musica tradizionale salentina.

L’incontro durerà circa 4 ore. Ci sarà una prima parte introduttiva, di preparazione e di presentazione reciproca.
Dopodiché avremo circa 45 minuti di sessione musicale dal vivo e a conclusione ci sarà una parte dedicata all’integrazione dell’esperienza attraverso una condivisione di gruppo.

GIUSEPPE CONOCI (ANIMA MUNDI - OTRANTO)


a cura di ANIMA MUNDI EDIZIONI - OTRANTO
SEMINARIO 19 AGOSTO 2022 - LECCE
dalle ore 17.00 alle ore 21.00 Biblioteca Bernardini
contributo di partecipazione: 25 euro

Cosmic Community , contact: email: info@cosmicveganfest.it Tel.: +39 0832 1826777
© Copyright 2021 Cosmic Community - Tutti i diritti sono riservati  -   connected websites: www.cosmicommunity.org 

Made with Mobirise ‌

Free Website Maker